Immaginando presagi

Ti ricordi quando correvamo dietro ai gatti randagi?
Immaginando presagi
O quando eravamo zuppi sotto i nubifragi
Con l’ombrellone aperto
Pioggia e mare in concerto
A cielo aperto
Nella danza del mare
A ballare
Tra onde e temporali
Eravamo sospesi
Sorpresi
Nell’ arte di galleggiare
Sopra il mondo
Dentro il mare

Ai piedi del cielo

Scoppia il cielo sopra i rami 
Tu mi ami?
Indosso vecchi abiti matrimoniali
Le foglie son stivali
E orecchini
Nelle orecchie sogni di bambini
Se mi dai lo zucchero a velo
Io lo mescolo al cielo
Poi ci aggiungo un camaleonte
E i tuoi pensieri sopra ad un ponte
Se ci metto più sapore
Oltre ad un coleottero
Mi ci vuole la pelle del cuore
Poi basta solo il dito di un morto
Che vedo risorto
Per darmi conforto
Ai piedi del cielo
Mentre pian piano mi scongelo

E acqua Turchina

Sei ferita 
Di vita
Intristita
Ho pianto tutte le lacrime della mia vita
Poi d’azzurro
Si sono sciolte come il burro
Erano bianche e gelate
Cristalli di neve
Le ho raccolte in un bicchiere
Lui le beve
Per stare dentro ai miei occhi
Come ossi di albicocchi
Corriamo nel paesi dei balocchi
Balene e Pinocchi
E acqua Turchina
Sei vita alla fonte
Creatura divina