Compassione

In un teatro, nei pressi del mare, una farfalla ci andò ad abitare
Un posto sommerso, dimenticato, il lampadario si era guastato
Appesa in alto, con un’ala sola, voleva cimentarsi in una capriola
Si imbattè in una creatura stanca e gli succhió una lacrima che gli rigava la guancia
Fu compassione che durò un giorno
Morì di lì a poco, in un secondo
L’ uomo la raccolse con cautela e per guardarla accese una candela
Cercó di disegnare l’ala mancante poi aprì la finestra e la soffió via ... esitando un istante
Voló libera tra cielo e mare
E da quel dì, lui ricominció a respirare

Autore: silviettadeglispiririti

Amo le immagini, mi piace accostarle ai versi e creare delle verbografie❤️

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...